VAIOLO: arriva il PRIMO CASO in ITALIA

È arrivato anche in Italia il primo caso di vaiolo delle scimmie, si tratta di un giovane appena rientrato da un viaggio alle Canarie.

È arrivato anche in Italia il primo caso di vaiolo delle scimmie, si tratta di un giovane appena rientrato da un viaggio alle Canarie.

La notizia è ufficializzata dall’Istituto Spallanzani di Roma. Il giovane si è presentato al Policlinico Umberto I. “Il quadro clinico – dicono dallo Spallanzani – è risultato caratteristico e il Monkeypox virus è stato rapidamente identificato con tecniche molecolari e di sequenziamento genico dai campioni delle lesioni cutanee.

La persona è ricoverata in isolamento in discrete condizioni generali”. Potrebbe non essere l’unico caso, ci sono infatti, altre due persone in osservazione.

Dallo Spallanzani spiegano che “la trasmissione può avvenire attraverso le goccioline di saliva, il contatto con le lesioni e i liquidi biologici infetti”.

Il vaiolo delle scimmie è un’infezione virale solitamente associata ai viaggi in Africa occidentale. La trasmissione all’uomo può avvenire attraverso il contatto con un animale o un essere umano infetto o con materiale corporeo umano contenente il virus. La trasmissione tra gli esseri umani avviene principalmente attraverso grandi goccioline respiratorie.

Il virus può anche entrare nel corpo attraverso fluidi corporei, materiale della lesione o contatto indiretto con materiale della lesione. Il periodo di incubazione del vaiolo delle scimmie è generalmente compreso tra 6 e 13 giorni, ma può variare da 5 a 21 giorni.

Tra i sintomi più comuni troviamo: febbre, mal di testa, dolori muscolari, mal di schiena, linfonodi ingrossati, brividi. n genere si sviluppa un’eruzione cutanea. Questo spesso inizia sul viso e poi si diffonde ad altre parti del corpo, compresi i genitali.

L’OMS ha dichiarato che al momento la situazione è sotto controllo, speriamo non degeneri ma che venga mantenuta calma e tranquillità.

Fammi sapere la tua! Commenta sui Social Network di iCuriosity News! La tua opinione è importante per noi.

Seguici su Telegram: https://t.me/curiosityzein 

Seguici su Twitter: https://twitter.com/CuriosityZein 

Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/iCuriosityNews 

[via]